I principali nemici della salute dentale

Alcuni cibi più di altri sono potenzialmente dannosi per i denti, in modo particolare quelli zuccherini, cariogeni, e quelli acidi, che macchiano e danneggiano lo smalto. Ma ne esistono anche di benefici: ecco una breve panoramica di cosa mangiare e cosa limitare, per fare bene ai denti.

I cibi che fanno bene ai denti

Tutti gli alimenti ricchi di calcio, dall’acqua ai latticini e formaggi, sono sicuramente amici dei denti perché contribuiscono alla rimineralizzazione dello smalto. Latte e derivati, inoltre, contengono la vitamina D, importante per tutto l’organismo.

Anche la frutta secca come semi di sesamo, noci, nocciole o mandorle, fa bene ai denti: le proteine che contengono, infatti, facilitano l’assorbimento di sostanze nutritive come potassio, zinco, magnesio, fosforo e proprio del calcio.

Consumare molta verdura a foglia verde, poi, rappresenta un’ottima abitudine: soprattutto se cruda o cotta il meno possibile, in modo che le vitamine non vengano distrutte dalle alte temperature. Le verdure crude, inoltre, contengono antibatterici naturali che, insieme alla produzione di saliva, “puliscono” i denti e prevengono la formazione della placca.

Cibi “pericolosi” per i denti

Come accennato poco sopra, alcuni cibi – comunque fondamentali in una dieta equilibrata – vanno consumati con moderazione, se si vogliono limitare gli effetti negativi sulla salute dei denti. Gli agrumi, per esempio, sono molto acidi e possono abradere lo smalto. Le bibite gassate o aromatizzate, alla frutta o anche con altri elementi, sono invece sconsigliate perché contengono molti zuccheri, responsabili dell’eventuale formazione delle carie.

Dolci e caramelle, chiaramente, sono anch’essi da limitare a poche e particolari occasioni. Il fatto che spesso li si consumi lontano dai pasti, e che quindi si aspetti molto tempo prima di lavarsi i denti, incide negativamente sulla salute dei denti. Farinacei e prodotti ricchi di carboidrati (zuccheri complessi) sono un pericolo, se non ci si lava i denti dopo ogni pasto.

Anche un consumo robusto di caffè può causare problemi come l’ingiallimento dei denti, mentre alcolici e superalcolici – diminuendo la produzione di saliva – possono contribuire alla proliferazione batterica.

Prendersi cura del cavo orale

Il buon senso deve portare a prendersi cura della propria bocca, dati tutti i benefici che una bocca sana porta. Le buone pratiche da seguire, sono:

  •    non eccedere con cibi cariogeni e zuccherini, limitare caffè, superalcolici;
  •    lavarsi i denti dopo ogni pasto e aspettare circa 30 minuti, se si è consumato del cibo molto acido (agrumi, per esempio, ma anche pomodori e lo stesso caffè);
  •    utilizzare il filo interdentale, ogni giorno;
  •    andare dal dentista periodicamente, per una pulizia approfondita e professionale.

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

La salute orale durante la gravidanza

L’igiene orale è fondamentale ed è bene che diventi un’abitudine sempre, a qualsiasi età e anche in gravidanza. Aver cura dei propri denti quando si è

Come scegliere la protesi dentale giusta

Le protesi dentali sono la soluzione ideale ai problemi di edentulia parziale o totale, ovvero alla mancanza di uno o più denti nell’arcata superiore e/o inferiore.

Come funziona lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è uno dei trattamenti estetici oggi più richiesti: grazie a questa procedura, infatti, è possibile ottenere un sorriso candido e smagliante con risultati