Come scegliere la protesi dentale giusta

Le protesi dentali sono la soluzione ideale ai problemi di edentulia parziale o totale, ovvero alla mancanza di uno o più denti nell’arcata superiore e/o inferiore. Essendo realizzati su misura, questi strumenti sono in grado di adattarsi perfettamente alla conformazione dei denti adiacenti, delle gengive e della bocca del soggetto interessato.

I tipi di protesi esistenti

In base alla costruzione e alle modalità d’uso, le protesi dentali possono essere di diversi tipi:

  •    protesi fissa;
  •    protesi mobile (a sua volta suddivisa in protesi mobile parziale, totale e combinata).

La protesi fissa è strutturata in forma di faccette di ceramica, corone e ponti e viene installata su denti adiacenti naturali. Questo tipo di protesi non permette rimozioni da parte del paziente.

La protesi mobile è utile per sostituire parzialmente o integralmente l’arcata dentaria ed è composta da una struttura removibile che il paziente può togliere durante la notte o in occasione delle regolari pratiche d’igiene dentale quotidiana.

Protesi mobile parziale

Questo tipo di protesi presenta dei ganci che vengono ancorati a eventuali denti residui oppure degli attacchi metallici per denti naturali o impianti artificiali. La struttura metallica della protesi mobile parziale presenta il notevole vantaggio di poter fornire un’ottima stabilità masticatoria e funzionale all’apparato dentario ma, al tempo stesso, necessita di un’ulteriore protesizzazione dei denti naturali dove andrà ancorato lo scheletrato.

Protesi mobile totale

La protesi mobile totale, più nota come dentiera, viene utilizzata in mancanza di una o due arcate dentarie complessive. A differenza di quella parziale, questo tipo di protesi non può essere agganciata a elementi naturali e pertanto va appoggiata sull’osso o sulle mucose, eventualmente con l’ausilio di speciali paste adesive.

Tra i vantaggi della protesi mobile totale è possibile riscontrare un forte risparmio economico e un buon risultato estetico. Tra gli svantaggi, invece, sono da segnalare una maggiore instabilità dell’apparato e una funzione masticatoria non particolarmente efficace rispetto alle altre soluzioni.

Protesi mobile combinata

Questo tipo di protesi prevede un effetto combinato tra denti naturali e impianti in titanio osteointegrati. Il dispositivo viene fissato su perni artificiali e può essere eventualmente rimosso, anche se normalmente è strutturato in modo da non creare problemi di stabilità e masticazione.

La scelta giusta

Non c’è una vera e propria scelta giusta o sbagliata quando si parla di protesi fissa o mobile: la migliore cosa da fare è affidarsi a specialisti ed esperti, in grado di rilevare le problematiche che affliggono il paziente ed elaborare la soluzione più adatta e più conveniente.

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

La salute orale durante la gravidanza

L’igiene orale è fondamentale ed è bene che diventi un’abitudine sempre, a qualsiasi età e anche in gravidanza. Aver cura dei propri denti quando si è

I principali nemici della salute dentale

Alcuni cibi più di altri sono potenzialmente dannosi per i denti, in modo particolare quelli zuccherini, cariogeni, e quelli acidi, che macchiano e danneggiano lo smalto.

Come funziona lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è uno dei trattamenti estetici oggi più richiesti: grazie a questa procedura, infatti, è possibile ottenere un sorriso candido e smagliante con risultati