Apparecchio dentale per adulti: tutto ciò che c’è da sapere

L’ortodonzia è la branca odontoiatrica che si occupa del riallineamento dentale. Spesso viene associata all’età infantile, in quanto gli interventi di recupero delle malocclusioni sono perlopiù messe in atto durante l’età scolare e adolescenziale; in realtà, è sempre possibile procedere allo spostamento ortodontico, quindi via libera all’apparecchio dentale anche in età adulta.

In cosa consiste l’ortodonzia estetica

I trattamenti ortodontici applicati in età adulta vengono definiti estetici, in quanto sono maggiormente tesi a rispettare l’spetto estetico dei soggetti interessati e i loro rapporti con il mondo esterno.

Tra le varie tipologie oggi utilizzate, tre sono quelle di uso comune:

  •    brackets estetici;
  •    brackets linguali;
  •    mascherine di allineamento.

 

I brackets estetici prendono spunto dai classici brackets metallici usati durante l’infanzia: come questi ultimi, infatti, vengono applicati direttamente sulla parte esterna della dentatura, ma risultano molto meno visibili in quanto sono costruiti in resina composita, ceramica o cristallo di zaffiro e risultano pertanto invisibili perché trasparenti o di colore bianco. Lo stesso arco ortodontico che fa da sostegno ai brackets può essere realizzato in bianco, così da evitare il suo classico effetto antiestetico.

I brackets linguali sono dei brackets interamente metallici ma invisibili, in quanto vengono installati sulla parte interna della dentatura e sono quindi nascosti alla visione.

Le mascherine di allineamento, infine, sono dei calchi delle arcate dentarie del paziente realizzati in materiale plastico. La loro funzione è quella di accogliere e avvolgere la dentatura per permetterne un progressivo spostamento nel tempo. Questi dispositivi vanno progettati e cambiati ogni due o tre settimane e devono essere indossati durante tutto l’arco della giornata (tranne al momento di mangiare e lavare i denti).

Pro e contro degli apparecchi invisibili

I brackets estetici presentano il vantaggio e lo svantaggio di essere fissi: da un lato non si ha l’onere di doverli mettere e togliere, dall’altro si ha l’obbligo di fare attenzione durante le operazioni di igiene orale e durante la masticazione (in particolare andrebbero evitati i cibi appiccicosi o troppo duri, per non danneggiare l’apparecchio). Idem dicasi per i brackets linguali, la cui manutenzione può risultare comunque fastidiosa e ostica.

Le mascherine di allineamento sono decisamente più comode: la possibilità di essere rimosse è un gran vantaggio durante i pasti e le sessioni di igiene orale. Bisogna ricordarsi, però, di riposizionarle durante il resto della giornata per non limitarne l’efficacia.

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

La salute orale durante la gravidanza

L’igiene orale è fondamentale ed è bene che diventi un’abitudine sempre, a qualsiasi età e anche in gravidanza. Aver cura dei propri denti quando si è

I principali nemici della salute dentale

Alcuni cibi più di altri sono potenzialmente dannosi per i denti, in modo particolare quelli zuccherini, cariogeni, e quelli acidi, che macchiano e danneggiano lo smalto.

Come scegliere la protesi dentale giusta

Le protesi dentali sono la soluzione ideale ai problemi di edentulia parziale o totale, ovvero alla mancanza di uno o più denti nell’arcata superiore e/o inferiore.

Come funziona lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è uno dei trattamenti estetici oggi più richiesti: grazie a questa procedura, infatti, è possibile ottenere un sorriso candido e smagliante con risultati